martedì 25 dicembre 2012

Un metodo pericoloso: Sabina Spielrein e il femminile rimosso della civiltà

 Dopo la prima pubblicazione nella rivista Speechless, il mio saggio su Sabina Spielrein viene pubblicato anche da Critica Impura.


Ogni uomo porta in sé la forma intera dell’umana condizione
Michel de Montaigne [1]
Nel 1977, in uno scantinato del Palais Wilson di Ginevra, vecchia sede di un prestigioso Istituto di psicologia, viene ritrovato uno scatolone colmo di documenti. Il ritrovamento è il frutto casuale di un paziente lavoro di ricerca capeggiato dall’analista italiano Aldo Carotenuto. Di cosa si tratta? Lo scatolone contiene frammenti di diario e un carteggio importante fra tre soggetti: il padre della psicanalisi Sigmund Freud, il suo discepolo Carl Gustav Jung, in seguito allontanatosi per fondare una nuova teoria e una certa Sabina Spielrein, psicanalista ed autrice del diario.
[...]

Clicca qui sotto per continuare a leggere il saggio:

UN METODO PERICOLOSO

Nessun commento:

Posta un commento